Interruzione servizi informatici del settore civile per modifiche correttive

I servizi interessati dell’interruzione. Il Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia rende noto che a partire dalle ore 17.00 del 29 luglio 2016, per consentire l’aggiornamento di talune funzionalità dei sistemi, saranno resi indisponibili i seguenti servizi informatici:
- la consultazione e l’implementazione dei registri di cancelleria;
- l’aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato;
- il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati;
- tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni.
Il PST sottolinea però che per esigenze di sicurezza l’interruzione potrebbe essere anticipata alle ore 15.30 presso alcuni distretti.
I servizi che resteranno attivi. Si aggiunge che i servizi di posta elettronica certificata (PEC) rimarranno attivi e sarà, dunque, possibile il deposito telematico da parte di avvocati, professionisti e altri soggetti esterni abilitati. Si precisa però che i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo di tutti i sistemi.
Il termine dell’interruzione. Il riavvio dei sistemi è previsto a partire dalle ore 14 del 30 luglio fino, al massimo, alle ore 8 del 1 agosto 2016.