Nota di iscrizione a ruolo e pignoramenti presso terzi

Con uno degli ultimi aggiornamenti, in GenIus è stata sviluppata la possibilità di creazione automatica della nota di iscrizione a ruolo.

Tale funzione risulterà di grande utilità nelle ipotesi di deposito di ricorso per decreto ingiuntivo e di deposito delle note di iscrizione a ruolo nei procedimenti espropriativi, nonché per il deposito facoltativo degli atti introduttivi.

La generazione automatica della nota di iscrizione a ruolo (documento assolutamente inutile in un deposito telematico) avviene utilizzando i dati che vengono inseriti in sede di creazione del fascicolo.

La nota che viene generata automaticamente in GenIus è di tipo editabile, cioè può essere modificata ed integrata, rispetto ai dati inseriti in fase di creazione ed identificazione giudiziale del fascicolo. Questa possibilità si rivela particolarmente indicata per ovviare ad una falla del sistema di deposito nei pignoramenti presso terzi.

Nella creazione del fascicolo di questo procedimento espropriativo, infatti, la presenza di più terzi pignorati viene ignorata dal file xml che viene generato ed accompagna il deposito, in quanto, per come è stato concepito lo schema predisposto dal Ministero, solo un soggetto viene correttamente individuato come terzo, mentre gli eventuali altri soggetti terzi pignorati, anche se inseriti nelle schede dedicate a questa tipologia di parte, vengono letti come debitori.

Per questo, nella creazione del fascicolo ai fini del deposito di questa tipologia di espropriazione, si consiglia di indicare un solo terzo pignorato, anche se la procedura ne coinvolga ulteriori.

Questa anomalia, ovviamente, comporta una incompletezza dei dati che vengono forniti alla cancelleria, che dovrà recuperare quelli degli altri terzi direttamente dall'atto di pignoramento depositato.

Per agevolare il lavoro delle cancelleria, allora, è possibile intervenire nella nota di iscrizione a ruolo che viene generata dal sistema e completarla manualmente, inserendovi i dati degli altri soggetti terzi pignorati che non avremo inserito nelle apposite schede di creazione del fascicolo.

In questo modo, se non altro, i cancellieri avranno a disposizione un documento da cui copiare i dati aggregati dei soggetti che potranno essere inseriti nel fascicolo telematico nelle corrette posizioni di terzi pignorati e non di debitori.

In attesa della correzione del problema e nella speranza che venga del tutto eliminata la nota di iscrizione a ruolo in tutte le ipotesi di costituzione in giudizio o di deposito di atti di pignoramento in modalità telematica.